Il Mosaicista di Boggio Silvano: allevamento canarini di colore

Cerca
Sito aggiornato il 13 mag 2017

Vai ai contenuti

Menu principale:


Lettera Aperta al Presidente S.O.R.

Riflessioni > 2008

San Giorgio Canavese, 30/10/2008

  • Lettera aperta al Presidente della S.O.R., l'Ing. Banfi


Esimio ing. Banfi

sono Silvano Boggio C820, un incallito allevatore di canarini di colore che ormai da 25 anni partecipa continuativamente alla mostra di Reggio. Ne ho sempre apprezzato l'organizzazione e l'importanza che ha saputo conquistarsi negli anni, anche e soprattutto a livello internazionale. Un fenomeno unico.
Negli ultimi anni si è presentato in maniera sempre più evidemte il problema di far fronte alla massiccia domanda di prenotazione per gli ingabbi, soprattutto nel colore.
Provo ad esprimere il mio punto di vista quale utente di questo servizio.

Forse è opportuno porre dei parametri che costituiscano grado di priorità nel determinare le conseguenti accettazioni.

La fedeltà alla manifestazione potrebbe essere uno. Un allevatore che per 10/20 anni partecipa consecutivamente dovrebbe avere un qualche riguardo in più rispetto ad altri. La fedeltà è un valore.
Un allevatore vincitore nell'anno precedente dovrebbe avere la possibilità di poter difendere il titolo. E' come se Valentino Rossi vincitore nella moto GP il prossimo anno per un disguido postale o altro non potesse partecipare al nuovo GP mondiale! O il tennista vincitore di Wimbledon al prossimo anno non solo non è testa di serie, ma viene escluso dal torneo. Anomalie.
Sempre copiando dallo sport perchè non pensare al sistema adottato al Giro d'Italia o al Tour de France. I partecipanti in regola con le disposizioni vengono invitati; c'è cosi una pre-prenotazione che già tempo prima della manifestazione determina una serie di "competitors" i quali devono confermare partecipazione, tipo e quantità di soggetti che poi successivamente prenotano ufficialmente secondo le regole della mostra.
E per venire incontro ad un maggior numero di partecipanti perchè non fissare dei limiti, 3 singoli per ogni tipo e uno o max due stamm nell'ambito di un tetto totale di 30 soggetti, che è già una quantità adeguata. Perchè li si fa la competizione, lo scambio o la vendita è in altri locali.

Dalle mie parti in Piemonte c'è un detto dei nostri vecchi, considerati dei saggi: il detto dice "GRAZIE DEI CONSIGLI MA SO SBAGLIARE DA SOLO". Sono certo che ne ha già sentito parlare anche Lei.

Con rispetto, Buon lavoro Presidente.

Boggio Silvano



  • Risposta alla mia lettera aperta da parte del Presidente della S.O.R., l'Ing. Banfi


Buongiorno sig. Boggio

la ringrazio e mi complimento con Lei non solo per la passione ma sopratutto per la sua fedeltà alla nostra manifestazione. 25 anni di partecipazione continuativa! Un vero record, anche perchè occorre una buona dose di fortuna a realizzare tale continuità con i canarini di colore!.
Mi scuso innanzi tutto per il ritardo con cui le rispondo, ma i mesi di ottobre (iscrizione) e novembre (mostra) sono per noi, come può ben immaginare mesi molto densi. Inoltre, siamo abituati a raccogliere tutte le osservazioni che vengono avanzate sulla mostra e poi analizzarle con calma nel corso dei mesi seguenti. Perchè con calma? Perchè la mostra di Reggio è un meccanismo molto delicato, ed è delicato perchè molto complesso ed ogni "spostamento" genera reazioni in vari punti, che bisogna ben prevedere per evitare conseguenze negative.
Le assicuro, però, che "con calma", non significa che le osservazioni fornite dagli appassionati cadano rapidamente nel dimenticatoio, nè che le snobbiamo, ritenendo che così com'è la nostra mostra sia perfetta! Ieri sera abbiamo tenuto, come tradizione, un Consiglio Direttivo sulla mostra appena terminata: ebbene, ben 21 sono stati i capitoli individuati come bisognosi di lavoro da qui al novembre 2009, quando vedrà la luce la 70^ edizione.
Non ho intenzione, per i motivi detti, di analizzare in dettaglio le sue proposte: uno dei punti, come tutti gli anni e come sempre fra i più delicati, da rivedere sono appunto le regole di ammissione. Posso però darle qualche informazione riguardo i capisaldi che hanno caratterizzato negli ultimi anni le decisioni della SOR in merito alle iscrizioni, capisaldi che hanno una qualche attinenza con le sue osservazioni.
1-La mostra di Reggio NON ha mai voluto essere la mostra dei migliori: quindi, niente privilegi ai più bravi dell'annata nelle mostre di altre Associazioni.
Uno dei criteri di selezione NON è mai stato quello del pedigree, nè quello dell'anzianità. Se così non fosse, rischieremmo di "ingessare" la mostra ai "soliti" partecipanti di diritto e non daremmo opportunità alle nuove leve.
2-Occorre privilegiare la partecipazione del max numero possibile di allevatori, posto che il numero di posti per gli uccelli è vincolato dalla capacità del padiglione.Quindi, equilibrio fra colore ed altre razze, attorno al 50% max e riduzione del numero di soggetti per ciascun espositore. Quest'ultima soluzione, adottata per colore e, recentemente, gloster, ha però qualche limite, da valutare caso per caso.
Inoltre, la riduzione del numero per allevatore mette a disposizione un quantitativo di posti insufficiente rispetto il richiesto (quest'anno nel colore son rimasti fuori oltre 3.000 soggetti ! un numero del genere non è recuperabile con la riduzione da 40 a 30 max dei soggetti.
3-Conseguentemente le regole di ammissione devono essere le più casuali possibili, per non creare occasioni di privilegio (adottato : orario di arrivo).
4-Non abbiamo intenzione di adottare il metodo degli Italiani o dei Mondiali: porte aperte a tutti e chiunque voglia partecipare sarà accolto.
Una simile situazione, oltre ad essere difficilmente gestibile dalle sole forze della SOR, snaturerebbe la mostra stessa, portando ad un inevitabile contrazione della superficie destinata a scambio, che a Reggio è particolarmente significativa, fino a diventare una caratteristica distintiva.
Ecco in estrema sintesi i criteri del passato: ma è appunto "passato"! Vedremo cosa ci riserverà il futuro.
Intanto la saluto e le faccio i miei migliori auguri di Buone Feste, a Lei e famiglia.
Cordialmente
Enrico Banfi.



San Giorgio Canavese 14 dicembre 2008,

  • Nuova lettera aperta all'attenzione del Presidente della S.O.R., l'Ing. Banfi


Buongiorno ing. Banfi,

La ringrazio per la risposta e le precisazioni relativamente alla questione ingabbi per quanto in oggetto.
Innegabile il problema, ma nel vostro ruolo di leader del settore ne avete risolti di ben più complessi . Penso alla patologia aviare prima, ed ora la regolamentazione ufficiale per la tutela e il benessere degli animali d'affezione.
Il pregresso delle prenotazioni annota tre steps:
-code mattutine di allevatori in attesa di prenotare.
-fax intasati di chiamate.
-ora si può ipotizzare code di corrieri in attesa di consegnare personalmente le buste con il contrassegno dell'ora di accettazione.
Un osservatore esterno oggi ha l'impressione che siano le Poste Italiane a determinare chi può partecipare e chi no all'esposizione. Un dato statistico, fatto 100 i circa 8000 soggetti di colore accettati, i 3000 respinti rappresentano il 37,5%; sono molti.
Ho fatto la foto della situazione che Lei conosce benissimo.
Intanto Le auguro di trascorrere in serenità questo periodo Natalizio; poi sicuramente con i suoi collaboratori affronterà il problema dandogli la soluzione riterrete più idonea.

Cordialmente Silvano Boggio


Home Page | Aggiornamenti | Allevare è proteggere | La mia storia | L'allevamento | Storia Rosso Mosaico Maschio | Rosso Mosaico Femmina e Avorio | Video Canarini Reggio 2014 | Video Canarino Reggio 2013 | Video Canarino Hasselt 2013 | Video Canarino Reggio 2011 | Video Mosaico Mondiali 2009 | Video Canarini Archivio | Articoli per riviste | Riflessioni | Contatti | Siti Amici | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu